Cookies del sito web Omega
Utilizziamo i cookies nel nostro sito web. Questi cookies sono necessari per consentire al sito web di funzionare correttamente. Se si continua senza modificare la propria configurazione del browser, si acconsente a ricevere i cookies dal nostro sito web. Per maggiori chiarimenti sull'utilizzo dei cookies, cliccare qui
Vicino
Carrello  |  Contatto  | 
NUMERO DI TELEFONO GRATUITO (solo dall'Italia) 800 906 907
INTERNAZIONALE+39 022 333 1521

La qualità dell'aria in fabbrica: Cinque sostanze e condizioni che dovrebbe monitorare.

SOSTANZE IMMEDIATAMENTE PERICOLOSE PER VITA E SALUTE (IDLH)
Un monitoraggio di base deve comprendere anche le sostanze IDLH. Sfortunatamente, anche se si può pensare che vada tutto bene, le sostanze chimiche si mischiano nell'aria. In presenza di fumi di candeggina e ammoniaca possono formarsi esplosivi e veleni. Identifica e quantifica i contaminanti i contaminanti attraverso un programma di monitoraggio progettato ed eseguito a livello professionale. I contaminanti dell'aria costituiscono un serio rischio di malattia. Un monitoraggio adeguato comporta:
1. Scelta adeguata di DPI e sistemi di filtrazione
2. Aree di protezione delimitate obbligatorie
3. Considerazione dei rischi per la salute dovuti all'esposizione
4. Controlli medici adeguati
5. Requisiti di decontaminazione adeguati alla fine della giornata

FORMALDEIDE
La formaldeide è un cancerogeno di categoria 2, quindi non è letale ma i suoi effetti sono irreversibili dopo una sola esposizione. Questi effetti comprendono:
1. Danni al sistema nervoso centrale
2. Necrosi dei reni
3. Lesioni al fegato
4. Anemia
5. Paralisi
Nel 2015, il "Formaldehyde Act" facente parte del "Toxic Substances Control Act" (TSCA), ha esteso i regolamenti per ridurre le emissioni di formaldeide dai prodotti in legno composito, come i pavimenti usati nel corso di ricerche scientifiche o altre professioni dove il tessuto è conservato in qualche modo. Un Data Logger e Rilevatore della Formaldeideè uno strumento ideale per il controllo della qualità dell’aria all’interno (IAQ), e per la diagnosi e verifica della prestazione del sistema HVAC.

MONOSSIDO DI CARBONIO
Quando si respira il monossido di carbonio, questo si muove nel flusso sanguigno come l'ossigeno. Il problema è che il monossido di carbonio si lega all'emoglobina, impedendo all'ossigeno di fare lo stesso. Meno ossigeno nel sangue significa che arriva meno ossigeno a cervello, cuore e altri organi vitali. I sintomi comprendono, nelle persone in salute, affaticamento e confusione. Questi sintomi sono un rischio per i lavoratori, che perdono la capacità di rispondere rapidamente e prendere decisioni chiare. Vista, prontezza mentale e produttività ne fanno le spese.

Il monossido di carbonio è particolarmente crudele nei confronti di chi già soffre di problemi cardiaci, provocando un aumento di dolori al petto o angina. Esistono una serie di rilevatori per Monissido di Carbonio e Data Logger per Monissido di Carbonio per eseguire diagnosi sulla qualità dell'aria interna (IAQ) e per la verifica delle prestazioni del sistema HVAC.

PARTICELLE
La polvere e le particelle sono portatrici di patogeni e irritanti. Tenere i solidi fuori dall'alimentazione d'aria richiede un ottimo sistema di cattura e contenimento. Un monitoraggio adeguato, per determinare i requisiti di filtrazione, è il primo passo. In ogni ambiente produttivo, ma soprattutto nel settore dell'alta tecnologia, la gestione delle particelle è garanzia di qualità – una questione di controllo di qualità. Usa un contatore di particelle portatileper misurare e fare un resoconto della contaminazione dell’aria e scaricare i dati in un PC usando un cavo con interfaccia USB.

CONTROLLO DEL BENESSERE
Il benessere aumenta la produttività. Ambienti troppo caldi, freddi, umidi o con bassi livelli di ossigeno sono una distrazione o, peggio ancora, inducono il sonno.

Le strutture moderne tentano di apportare “pressione positiva” agli ambienti interni per prevenire che le spore di muffa entrino nell'edificio attraverso perdite nelle coperture. Una pressione maggiore conduce a un aumento della temperatura ambiente. Occorre trovare un modo per bilanciare, nel sistema, il controllo della temperatura e della pressione barometrica. L'equilibrio è la chiave. Una grande varietà di strumenti sono disponibili per la diagnosi della qualità dell’aria interna (IAQ) e per la verifica della prestazione del sistema HVAC. Misura la concentrazione di O2, pressione, temperatura e umidità relativa.

La progettazione di un sistema HVAC richiede doti di ingegneristica sofisticate, dato che i componenti dell'aria e le dinamiche del suo flusso possono essere incompatibili. La rimozione dell'umidità, ad esempio, influisce su temperatura e pressione. La pressione positiva sull'edificio controlla l'ingresso dei patogeni esterni.

L'aria più fresca contiene meno acqua ma, se l'aria non viene saturata prima di essere raffreddata, aumenta l'umidità relativa. I livelli di ossigeno devono essere alti e il rilascio di anidride carbonica basso, mentre le emissioni di monossido di carbonio devono essere eliminate o deviate verso l'esterno. Il design e l'equilibrio di un sistema HVAC sono fondamentali ed entrambi iniziano e si concludono con il monitoraggio.


CARTA BIANCA
Scarica la carta bianca completa riguardo a
Qualità dell'aria
Argomenti Relativi
ambientale qualità dell'aria